Ri-narrare la storia con uno sguardo tutto femminile

Raccontare la Storia attraverso gli occhi delle sue protagoniste: con questo obiettivo nasce “Grandi donne della Storia”, collana di volumi pubblicata dal “Corriere della Sera” e curata da Barbara Biscotti, Professore Associato presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca. La collana narra le vite di diverse donne che hanno avuto un ruolo fondamentale in episodi-chiave della Storia, pur non essendone sempre le protagoniste principali: raccontare gli eventi con uno sguardo tutto femminile significa proporne una ri-narrazione, alternativa a quella tradizionale maschile.
Nella grande narrazione storica, così come la conosciamo, ogni donna rappresenta una microstoria. Il concept di “Grandi donne della Storia” è quello di far incontrare microstoria e macrostoria di ogni protagonista: ciò consente al lettore non solo di rivivere le loro vicende individuali, ma soprattutto di conoscere la Storia in un nuovo modo, attraverso le loro esperienze e i loro punti di vista.
Ciascun personaggio è presentato soltanto con il proprio nome di battesimo, libero dunque da ogni vincolo paternalistico legato al cognome. Partire dal nome proprio delle donne permette di presentarle come “persone”, svincolate dalla rete delle appartenenze a famiglie, movimenti, partiti. «Il nome femminile - spiega la Professoressa Biscotti - rievoca la forza e la fertilità del dialogo tra la dimensione “interna” dell’oikos (casa) e quella “esterna” della polis (città): si tratta di un dialogo costante nella vita delle donne che hanno operato nella Storia,  quasi sempre assente nelle personalità maschili.  Questo aspetto è fondamentale perché determina il modo di costruire nuove visioni del reale».
Anche la struttura di ogni volume riflette questa idea di fondo, componendosi di due capitoli centrali dedicati rispettivamente alla dimensione privata e a quella pubblica di ogni donna. Seguono poi due capitoletti contenenti l’uno frasi e pensieri del personaggio stesso, l’altro frasi sul personaggio, in entrambi i casi con commenti e spiegazioni dell’autore.
Oltre a Barbara Biscotti, autrice dei volumi dedicati a Cleopatra, Giovanna d’Arco e Agrippina, hanno preso parte al progetto anche altri Professori dell’Università di Milano-Bicocca: Gabriella Seveso racconta la storia di Maria Montessori; le vite di Artemisia Gentileschi e Maria Antonietta sono narrate da Filippo Danovi; il ritratto di Elisabetta d’Austria è affidato a Loredana Garlati. 

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Condividi questo articolo su:

Ti è piaciuto l'articolo?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Iscriviti adesso!