Matteo Salvador, uno schiacciatore tra le formule della Fisica - Bnews

Giocatore di pallavolo, studente al secondo anno di Fisica e medaglia di bronzo ai Campionati nazionali universitari, il 21enne schiacciatore Matteo Salvador, originario di Monza, ha iniziato la sua carriera sportiva fin da piccolo. Grazie alla persuasività e perseveranza della sorella si convince a partecipare ai provini dei Diavoli Rosa, squadra in cui ha giocato fino allo scorso anno prima di indossare la maglia della Pool Libertas Cantù (serie A2) e rappresentare la Bicocca nella squadra del CUS Milano durante i Campionati Universitari. Grazie al sostegno del programma Dual Career dell’Università riesce a portare avanti entrambe le carriere con successo.

Come ti sei avvicinato al mondo della pallavolo?

Mi sono avvicinato al mondo della pallavolo solo a 15 anni principalmente grazie a mia sorella. Prima giocavo a tennis, ma lei, vista la mia altezza, continuava a dirmi di iniziare a giocare a pallavolo, alla fine ho ceduto e sono andato a fare un provino dai Diavoli Rosa, squadra in cui ho giocato fino all'anno scorso. Sicuramente aver giocato a livello agonistico a tennis per tanto tempo mi ha aiutato a crescere velocemente nella pallavolo.

Da dove nasce la passione per la fisica?

La mia passione per la fisica è nata durante i primi anni delle superiori anche se in realtà l'approccio iniziale non è stato dei migliori. Andando avanti però ho capito che gli argomenti trattati erano di mio interesse e mi piaceva approfondire quello che studiavo.

Come ti aiuta il programma Dual Career a conciliare sport e università?

Il progetto dual career mi ha aiutato a conciliare sport e università soprattutto durante la sessione invernale, quando ho potuto spostare un esame in una data che non interferisse con i miei impegni sportivi. Inoltre il tutor messo a disposizione aiuta molto nell'organizzazione dello studio ed essendo anche psicologo dello sport mi ha aiutato a migliorare la gestione degli aspetti mentali del gioco.

Dove ti vedi in futuro in ambito sportivo e universitario?

Sicuramente mi piacerebbe continuare a far coesistere questi due aspetti della mia vita, continuando a giocare a pallavolo ad alti livelli senza tralasciare lo studio in modo da potermi togliere delle soddisfazioni lavorative al termine della mia carriera sportiva.

Cosa unisce queste due passioni?

Anche se all'apparenza sembrano due mondi molto lontani, in realtà la logica e la metodica della fisica sono anche la base del continuo e costante allenamento e crescita nella pallavolo.