Collage di ritratti delle candidate

Albini, Cartabia, Facheris, Terracini. E se la donna dell’anno venisse da Milano-Bicocca?

Anche nel 2020 torna l’iniziativa del magazine di Repubblica dedicato al mondo femminile. I lettori sono chiamati a selezionare i profili delle donne che durante quest’anno si sono contraddistinte per meriti professionali, sportivi o personali. Le candidate sono 50 e oltre alle più conosciute Chiara Ferragni ed Elly Shlein ce ne sono quattro che a diverso titolo hanno incontrato il nostro ateneo sul loro percorso.

Adriana Albini, docente di Patologia Generale dell’Università Milano-Bicocca, è stata Visiting Scientist al National Institutes of Health americano ed è tra le scienziate italiane più citate in campo biomedico; è stata eletta, prima italiana, nel consiglio direttivo dell’ American Association for Cancer Research.

Marta Cartabia, attualmente docente Bocconi, ha insegnato Diritto Costituzionale all’Università Milano-Bicocca ed ha appena concluso il suo mandato di Presidente della Corte Costituzionale. È stata la prima donna a ricoprire questo ruolo.

Irene Facheris, dopo la laurea in psicologia all’Università Milano-Bicocca, ha fondato e presiede Bossy: un’associazione per la divulgazione sui temi degli stereotipi di genere, del sessismo, del femminismo e dei diritti Lgbtq (l’avevamo intervistata tempo fa, in occasione di San Valentino). Ha creato la video-rubrica “Parità in Pillole” e pubblicato l’omonimo libro. Produce podcast e tiene incontri nelle scuole.

Susanna Terracini, dal 2001 al 2012 professore ordinario di Analisi Matematica presso l’Università Milano-Bicocca, prima donna a ricevere la Juliusz Paweł Schauder Medal, riconoscimento che premia i matematici nel campo dell’analisi non lineare. Per le sue ricerche alla frontiera fra la matematica pura e applicata, si è aggiudicata quasi un milione e mezzo di euro del Consiglio Europeo della Ricerca. Già presidente del network European Women in Mathematics, è impegnata nell’insegnamento e nella comunicazione della matematica e nella valorizzazione delle colleghe donne.

Sul sito https://ladonnad.repubblica.it/ fino al 31 ottobre si possono esprimere tre preferenze. E se la donna dell’anno 2020 venisse da Milano-Bicocca?

Iniziativa a cura di Elisabetta Muritti, ritratti di Marta Signori

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Condividi questo articolo su:

Ti è piaciuto l'articolo?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Iscriviti adesso!