Ricerca-intervento in soccorso del paesaggio alpino. La salvaguardia dell’ambiente e i primi risultati di “PascolAndo” - Bnews
Ricerca-intervento in soccorso del paesaggio alpino. La salvaguardia dell’ambiente e i primi risultati di “PascolAndo”
mucche in un pascolo alpino

Dopo i ripetuti stop dovuti alla pandemia, i titolari e i partner del progetto PascolAndo possono finalmente presentare in presenza i primi risultati: mercoledì 29 giugno la prima visita dimostrativa all’Alpe Andossi (alta Valchiavenna).

L’obiettivo principale del progetto “PascolAndo” è la diffusione di conoscenze e la dimostrazione di buone pratiche e innovazioni per una gestione sostenibile di queste aree agricole di particolare rilevanza ambientale, anche mediante l’introduzione e il ripristino di pratiche agronomiche vantaggiose per gli operatori agricoli e ambientalmente rilevanti per la valorizzazione della biodiversità.

Purtroppo i sistemi basati sul pascolo hanno subito negli ultimi decenni un grave abbandono, che ha favorito l’espansione del bosco. L’utilizzo regolare di prati e pascoli, invece, produce una maggiore varietà di specie. La zootecnia di montagna, per mezzo del pascolamento, consente non solo di produrre alimenti di elevata qualità valorizzando risorse altrimenti poco utilizzabili, ma anche di fornire servizi per la comunità, come il mantenimento di un paesaggio fruibile, la conservazione della biodiversità e la protezione delle risorse “suolo” e “acqua”.

Come annunciato da un recente articolo apparso su “La Provincia di Sondrio”, in questa prima visita tecnica all’alpeggio (29/06/2022) i partecipanti verranno accompagnati in un percorso botanico volto a far conoscere la diversità fitopastorale presente sull’alpe.

L’Università degli Studi di Milano Bicocca è rappresentata in questo progetto dal Dipartimento di Scienze dell’Ambiente e del Territorio (DISAT): con il responsabile Roberto Comolli (Pedologia) sono coinvolti ricercatori, tecnici di campo e laboratorio, specialisti in analisi dei suoli, borsisti e collaboratori tecnici impiegati in alpeggio. In particolare, i gruppi di ricerca di Geopedologia e Botanica hanno vasta esperienza di indagini in ambiente naturale per studi di tipo ecologico, produttivo e gestionale, volti a studiare i rapporti fra suolo e vegetazione.

Per la gran parte delle operazioni pratiche di manutenzione del pascolo e gestione della mandria, il personale di Milan-Bicocca è impiegato in affiancamento a quanto viene abitualmente svolto dagli operatori del Consorzio Alpe Andossi.

Nell’indagine floristica, ma soprattutto nella valutazione del valore pastorale delle fitocenosi, i botanici UNIMIB vengono invece coadiuvati da esperti rilevatori e pastoralisti della Fondazione Fojanini di Sondrio.

Il progetto “PascolAndo” è cofinanziato dall’operazione 1.2.01 “Informazione e progetti dimostrativi” del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Lombardia. I partner di Milano-Bicocca sono CREA (centro di ricerca Zootecnia e Acquacoltura del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) e ARAL (Associazione Regionale Allevatori della Lombardia)