Educatrice e bambini

Nido e Scuola Infanzia Bicocca insieme per i bambini

«Volevamo prima di tutto che non andasse perso il mondo di relazioni, di affetti e di apprendimento che avevamo costruito insieme ai bambini, durante i primi mesi di Scuola. Abbiamo voluto così creare uno spazio dedicato a loro, ma che potesse essere anche un supporto valido per tutta la famiglia, in questo momento di emergenza così importante per tutti.» Così Maddalena Cocco, insegnante presso la Scuola dell’Infanzia Bambini Bicocca, ci racconta come è nata l’idea di un progetto specifico dedicato ai bambini iscritti, ma che si vuol aprire a tutti i bambini del quartiere Bicocca.

«Il progetto, partito da un mese e che si sta affinando sempre di più – continua l’insegnante - prevede innanzitutto momenti in presenza, di saluto e proposta di attività da svolgere, che facciamo con piccoli gruppi di 2-3 bambini. Questo proprio per mantenere saldo il legame tra noi e loro e cercare di farli anche dialogare tra di loro compagni. Sono brevi videocollegamenti, ma ci danno la possibilità di vederci, parlare e condividere emozioni, ma anche i piccoli lavori assegnati.»
Oltre a questi momenti in contatto diretto, ai bambini sono proposte attività offline di vario tipo che inizialmente proseguivano il percorso e le tematiche già iniziate in classe, ma che ormai stanno via via lasciando spazio alle nuove.

Grazie al lavoro di tutte le insegnanti, con il supporto degli specialisti d’inglese e dell’atelierista scientifica (con competenze specifiche per la sperimentazione di attività didattiche in ambito scientifico) le iniziative si arricchiscono di settimana in settimana e spaziano dalla richiesta di disegnare un ritratto di una persona cara, a esercitarsi divertendosi con canzoni in inglese fino a piccoli esperimenti come l’osservazione diretta di piccoli insetti. Le loro piccole scoperte, le impressioni, i commenti, vengono poi condivise insieme a compagni e insegnanti.

Lo stesso approccio educativo e la stessa volontà di non lasciare solo nessun bambino, la ritroviamo nelle parole di Debora Acquaviva, educatrice presso il Nido Bicocca, che sottolinea come «Sono spesso gli stessi bambini a darci idee e stimoli su come progettare i nostri incontri: attraverso la condivisione di loro interessi personali oppure di loro emozioni. E’quindi un vero e proprio scambio continuo di suggestioni. Sempre con l’aiuto dei genitori, soprattutto per i più piccoli.»

“Vogliamo essere vicini ai bambini e ai genitori,- dice Susanna Mantovani, pedagogista e curatrice della supervisione scientifica del Nido e della Scuola - e anche imparare con loro. Mentre resistiamo, incominciare a pensare al futuro con idee nuove che non possono che essere costruite insieme. Godendo di cose piccole ma grandissime: come della gioia dei nostri bambini del Nido che, incontrando online le loro educatrici, abbracciavano il tablet.»

«Il progetto che stiamo portando avanti - aggiunge Mantovani - è condiviso e appoggiato da tutti i partner di Bambini Bicocca srl, spin off universitaria e start up innovativa a vocazione sociale (della quale fanno parte l’Università degli Studi Milano-Bicocca, le Cooperative Sociali Genera, Or.s.a, Con Opera, Eureka!, Koinè, Stripes e la Fondazione La Nuova Musica).»
 


Questa è una delle tante iniziative Bicocca per la cittadinanza: scopri gli altri servizi e opportunità per attraversare insieme questo tempo.

Condividi questo articolo su:

Ti è piaciuto l'articolo?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Iscriviti adesso!