In Bicocca è arrivata la magia del mare - Bnews

Nel campus Bicocca è arrivato anche il mare, quello raccontato attraverso il linguaggio delle illusioni. Fino al 31 gennaio 2022 l’Università ospita IllusiOcean, la mostra ideata e coordinata da Paolo Galli, docente di ecologia dell’Ateneo, e realizzata in collaborazione con Mondadori Media, Museo Nazionale del Cinema di Torino e quasi 500 studenti delle scuole superiori.

Grazie alla realtà virtuale sarà possibile esplorare le meraviglie dei reef e scoprire l'attività di coral restoration oppure simulare l'esperienza sensoriale di un geyser sottomarino e godersi lo spettacolo della natura. Inizia così il viaggio nel “mare di illusioni”.
Da dove si parte? IllusiOcean si trova nello spazio espositivo della Galleria della Scienza (Piazza della scienza, 1, Milano).

Si prosegue poi con l’immersione tra i fondali delle Maldive nel “Sottomarino delle illusioni”: qui, grazie all’illusione prospettica della stanza di Ames – che presenta una struttura distorta e irregolare – le figure che vi si muovono sembraranno gigantesche o minuscole a seconda della posizione che occupano nello spazio.

La ”Stanza degli specchi” consente un’incursione tra banchi di meduse “speciali”. In questo spazio, gli affascinanti animali diffusi nei mari di tutto il mondo sono realizzati in vetro di Murano, così come gli oggetti di plastica che affliggono i nostri mari. Tra giochi di riflessi, luci e ombre si scorgeranno così le tracce della minaccia umana chiamata inquinamento.

Nella stanza “Mare sotto i Riflettori, il cinema racconta gli oceani” si prosegue con l’esperienza interattiva per conoscere tutta la magia del cinema sottomarino, attraverso filmati, oggetti e curiosità uniche che raccontano il rapporto tra uomo e mare, da sempre uno dei temi ricorrenti della storia del cinema.

Un mondo fatto di tante specie diverse di piante e animali marini è nascosto all’interno di un labirinto: uno spazio dedicato ai bambini dai tre ai cinque anni possono divertirsi a cercarli perdendosi tra le pareti di questa stanza.

Il corner “Messaggio in bottiglia” ci riporta indietro nel tempo, a quando le lettere venivano racchiuse nelle bottiglie di vetro e consegnate alle correnti del mare che le portavano a riva. Qui ogni visitatore potrà far sentire la sua voce di speranza sui social e lanciare un messaggio nel “mare del web” attraverso l’hashtag #illusiocean.

Mentre si esplora il percorso espositivo, non si può fare a meno di lasciarsi incantare dalle 30 gigantografie raffiguranti le suggestive illusioni create dalla natura che rendono ancora più spettacolari i nostri oceani: il mimetismo di alcune specie di pesci, per esempio, o il fenomeno che genera l’effetto delle cascate sottomarine a Mauritius, nell’Oceano Indiano.    

E per saperne di più su tantissimi temi che riguardano il mare e la tutela delle sue risorse, come il cambiamento climatico o le frodi alimentari, ci sono i lavori creati dagli studenti dei Licei scientifici Vittorio Veneto di Milano e Luigi Cremona di Milano e dell’Istituto tecnico agrario Emilio Sereni di Roma, che hanno creato anche delle preziose audioguide della mostra.

Studenti, docenti e personale possono visitare “IllusiOcean” dal lunedì al venerdì negli orari di apertura dell’Ateneo. La mostra è gratuita e aperta alla cittadinanza tutti i venerdì dalle 11 alle 18 e al sabato, per due volte al mese, negli stessi orari. Per accedere è necessaria la prenotazione sul sito illusiocean.it e la presentazione del green pass all’ingresso.     
In più, tutti i martedì e i giovedì mattina, dalle 8 alle 10 o dalle 11 alle 13, scrivendo a illusiocean@unimib.it, è possibile prenotare visite guidate riservate alle scuole.

Grazie alla collaborazione con Mondadori Media, da fine ottobre la mostra “IllusiOcean™” sarà fruibile anche online, in esclusiva sul sito di Focus, il mensile più letto in Italia, punto di riferimento di appassionati e curiosi di tecnologia, scienza, natura, medicina e innovazione. Accedendo alla sezione dedicata di Focus.it., i visitatori potranno navigare in modalità immersiva all’interno delle stanze delle illusioni e scoprire, lungo il percorso virtuale, numerose curiosità sul mare e sui suoi abitanti.