Un laureato Bicocca tra i finalisti della “4cLegal Academy”

Un laureato Bicocca tra i cinque finalisti della “4cLegal Academy”, il primo talent dedicato al mercato legale italiano, in onda il mercoledì alle ore 21 sul canale televisivo Sky 511 di Forbes e giovedì sui canali 4cLegal e Bfc Video e giunto alla seconda edizione. Si chiama Tiziano Saguto, una laurea in Giurisprudenza conseguita due anni fa a pieni voti e con un anno di anticipo.

Di origini siciliane, Tiziano Saguto aveva deciso di lasciare la sua regione per continuare gli studi universitari a Milano. «Volevo scoprire e apprendere i segreti che si celavano dietro al successo della locomotiva economica d’Italia», dice. Tornando indietro agli anni di studio, ricorda «le occasioni che mi hanno permesso di crescere, formarmi e arricchire il mio bagaglio culturale: dall’Erasmus in Olanda presso l’università di Rotterdam alle associazioni studentesche di cui ancora oggi faccio parte, per accogliere gli studenti stranieri. Non dimentico, inoltre, i progetti organizzati dall’università come “iBicocca” che prevede un ciclo di conferenze con imprenditori locali. Molto interessanti perché mi hanno permesso di avere una chiave di lettura della realtà aziendale milanese».

A questo proposito, Alessandro Renna, CEO 4cLegal e ideatore dell’Academy riconosce che «l’università Bicocca, con il progetto iBicocca in particolare, è molto attenta all’innovazione, anche nell’ambito legale: abbiamo infatti avuto il piacere di conoscere questa realtà in iniziative congiunte e penso che offra strumenti importanti per chi vuole svolgere un percorso legale, cogliendo le grandi trasformazioni che il settore sta attualmente vivendo».

4cLegal Academy già nella prima edizione ha riscosso un grande successo mostrando un mercato legale diverso da quello al quale si è generalmente abituati. Il talent ha permesso al laureato Bicocca «di incontrare grandi operatori del mercato legale e non solo». Oggi il suo obiettivo è abilitarsi come avvocato. In futuro il suo sogno è aprire uno studio dei legale. «Uno dei motivi che mi ha spinto a studiare il diritto – rivela Saguto – e in particolare il diritto italiano, è il voler contribuire a renderlo maggiormente chiaro e fruibile, in modo che l’Italia tutta, da Nord a Sud, possa ripartire. Mi piacerebbe che tanto il comune cittadino quanto il grande imprenditore potessero avere maggiore chiarezza sul diritto e prendere così più facilmente scelte di vita e di business».

Alle matricole di oggi, il futuro avvocato consiglia di «trovare da subito un buon metodo di studio. Senza rimanere vincolati alla teoria: occorre fare esperienza. Partecipate attivamente a tutte le iniziative o progetti che l'Università offre. Curate tanto l'inglese e, se possibile, apritevi ad esperienze all'estero come l'Erasmus. Gli anni universitari sono i più importanti, da questi bisogna porre le basi per arrivare preparati e saper affrontare il mondo del lavoro».
 

Condividi questo articolo su:

Ti è piaciuto l'articolo?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Iscriviti adesso!