Ufficiale, digitale e bilingue: ecco spiegato il successo degli Open Badge

«Fino a ieri il tipo di laurea conseguito era un'autodichiarazione. Da oggi, con gli Open Badge di laurea, il laureato della Bicocca può caricare sui suoi profili social o sui suoi e-portfolio un certificato ufficiale dell'Università, bilingue, con informazioni certificate sulle conoscenze e competenze apprese e sul grado di successo con cui ha concluso gli studi. I potenziali datori di lavoro interessati avranno immediatamente a disposizione informazioni cruciali e garantite». Così Paolo Cherubini, prorettore alla Didattica di Milano-Bicocca, sintetizza la novità espressa dagli Open Badge.
Un’innovazione che il nostro Ateneo ha adottato per primo in Italia, e di cui oggi i numeri testimoniano il successo. Superata infatti quota 1000 per gli Open Badge rilasciati agli studenti Bicocca al conseguimento della laurea, triennale o magistrale.
 
Ma cos’è in concreto un Open Badge? E’ formato da un'immagine e da metadati. Questi ultimi consentono di verificare l'assegnazione del badge a un utente e di accedere a tutti i contenuti descrittivi del badge, ospitati su una piattaforma dedicata (nel nostro caso, Bestr CINECA).
 
Bicocca propone due tipologie di Open Badge: quelli relativi a Corsi di studio e quelli per i percorsi Bbetween.
I primi, introdotti dall'Ateneo per valorizzare le abilità trasversali, certificano oggi anche il percorso seguito, le competenze acquisite e i risultati conseguiti con l'ottenimento del titolo di studio.
In questo modo, la certificazione digitale si aggiunge a quelle tradizionali: il certificato di Laurea e il diploma supplement europeo.
 
Ad oggi i corsi di laurea che offrono questa possibilità sono 14 e coprono tutte le aree disciplinari dell’Ateneo. Ma ogni giorno aumentano con l'obiettivo a breve di essere un'opportunità per tutti.
 
Spiccano tra i corsi con i maggiori Open badge erogati, Scienze dell’educazione con 342 badge e Scienze e Tecniche psicologiche con 294. Seguono Marketing, Comunicazione aziendale e Mercati globali con oltre 200 insieme a Psicologia Clinica dello sviluppo e neurospiscologia con supera i cento. Crescono anche i corsi scientifici, tra cui Scienze Biologiche, Biologia e Astrofisica e Fisica dello spazio.
 
 

Condividi questo articolo su:

Ti è piaciuto l'articolo?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Iscriviti adesso!