Medicina, record di preferenze per Milano-Bicocca

Per gli aspiranti medici sono giorni di attesa. Il 17 settembre si conosceranno i punteggi ottenuti ai test che si sono svolti in tutta Italia lo scorso 3 settembre. Il 24, invece, sarà il giorno della graduatoria.
Il dato certo riguarda il boom di preferenze fatto registrare da ​Milano-Bicocca quest'anno: 4025 è il numero di candidati che ha scelto l’Ateneo milanese come prima preferenza per l’iscrizione ai corsi di laurea in Medicina e chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria, oltre il 20 per cento in più rispetto al 2020 che pure era stato un anno record, con una crescita della aspiranti matricole del 48 per cento rispetto all’anno precedente.
 
Come nel 2020, in considerazione delle disposizioni in materia di emergenza Covid-19, ogni candidato ha svolto la prova presso la sede universitaria disponibile nella propria provincia di residenza (o nella provincia limitrofa a quella di residenza), a prescindere dalla sede indicata come prima preferenza. 
File ordinate e rispetto scrupoloso delle misure di sicurezza anti-covid hanno contraddistinto le ore precedenti il fischio di inizio della prova, con l'aggiunta del controllo del green pass, richiesto quest'anno per accedere al test. 
 
Alla sede di Milano-Bicocca sono stati assegnati una parte dei candidati provenienti dalla provincia di Milano (un’altra parte dei candidati ha sostentuto il test presso l’Università Statale di Milano) e parte dei candidati provenienti dalle province di Bergamo e Sondrio (un’altra parte dei candidati ha svolto il test presso l’Università Statale di Milano e l’Università degli Studi di Brescia) per un totale di 602 candidati (430 femmine e 172 maschi). Quelli che hanno effettivamente sostenuto il test sono stati 563, con un tasso di partecipazione del 93.52 per cento. I posti disponibili all’Università Bicocca sono 140 per Medicina e chirurgia e 26 per Odontoiatria e protesi dentaria.
 
Record di candidati anche per Medicine and surgery, il corso di laurea magistrale in lingua inglese. Gli iscritti al test di quest’anno sono stati 740, lo scorso anno i candidati sono stati 580. I posti disponibili sono 25 riservati ai cittadini comunitari e non comunitari legalmente soggiornanti in Italia e 13 riservati ai cittadini non comunitari residenti all’estero. La prova si è svolta contemporaneamente in diverse sedi estere lo scorso venerdì 9 settembre: 568 erano i candidati presenti al test nella sede di Milano-Bicocca.
 
Nel servizio Bnews, le voci degli studenti che hanno sostenuto la prova del 3 settembre e il commento della professoressa Maria Grazia Valsecchi, direttore del dipartimento di Medicina e chirurgia di Milano-Bicocca.
 

Condividi questo articolo su:

Ti è piaciuto l'articolo?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Iscriviti adesso!