Jovanotti in Bicocca: “Ho scelto la forza del live per parlare di ambiente” - Bnews
Jovanotti in Bicocca: “Ho scelto la forza del live per parlare di ambiente”
002450.JPG

Gli smartphone puntati verso il palco, in attesa di catturare un ricordo dell'incontro con uno degli artisti italiani più amati dal pubblico. L'emozione palpabile del ritorno agli eventi dal vivo. Nella cornice dell'aula magna dell’Università di Milano-Bicocca, ha preso il via Ri-party-amo, il progetto green legato al Jova Beach party.
A due mesi dall’inizio del tour che toccherà le spiagge italiane – e non solo - Jovanotti ha raccontato davanti a centinaia di studenti dell'Ateneo i dettagli dell’operazione con la quale punta a ripulire 20 milioni di metri quadri di spiagge, laghi, fiumi e fondali. Per portare avanti la sfida ambientale, al fianco dell’artista ci sono i consulenti del WWF Italia; Intesa San Paolo, invece, guida la raccolta fondi a supporto del progetto che ha già sfiorato quota 3 milioni di euro.

“Da ragazzo, andando ai concerti, ho scoperto la forza della musica live per sensibilizzare le persone sulle questioni importanti, umanitarie e ambientali. La capacità di percepire le informazioni viene amplificata dalle emozioni trasmesse dalla musica”, ha raccontato Jovanotti alla platea di ragazzi in sala e a chi lo stava guardando in streaming da casa. “So di avere un pubblico pronto a vivere responsabilmente questo progetto”, ha aggiunto l’artista.

Attento ai temi ambientali, alla cura del territorio e alla salvaguardia delle risorse marine è anche il pubblico di Milano-Bicocca. Ce lo hanno confermato Matteo Agazzi e Lorenzo Toniolo, studenti e rappresentanti del corso di laurea magistrale in Scienze marine: “Da studenti e futuri scienziati siamo consapevoli dell’importanza della divulgazione scientifica. Ri-party-amo ci sembra un’occasione preziosa: attraverso la voce di un artista influente come Jovanotti, un tema cruciale, quello della sostenibilità, può arrivare all’attenzione di tantissime persone”.

Il legame tra musica e ambiente va oltre il Jova Beach Party e tocca la ricerca scientifica, come ci ha raccontato Paolo Galli, docente di ecologia dell’Ateneo: “Esistono diversi studi che dimostrano come, a seconda dei suoni emessi dal mare, è possibile capire se l’ambiente marino è sano o malato”.

2_maikid_linate_-1318.jpg

Ri-party-amo dunque rappresenta una sfida e una promessa: mantenere alta l’attenzione sulla salute dell’ambiente, in un’atmosfera di festa che da sempre Jovanotti riesce ad evocare con musica e parole.