Un "Pronto Soccorso" per le emergenze emotive: al via la raccolta fondi per il terzo progetto dell'Università del Crowdfunding

Mens sana in corpore sano, dicevano i latini. Una massima fatta propria anche da Alessandro Calderoni (nella foto insieme al suo team), psicologo, psicoterapeuta cognitivo-comportamentale con una laurea in Psicologia Clinica conseguita presso l’Università di Milano-Bicocca, che, partendo dall’assunto secondo cui il benessere della psiche è tanto importante quanto quello del corpo, ha dato vita al Pronto Soccorso Psicologico, un progetto innovativo che intende offrire in modo rapido ed efficace un sollievo immediato a tutte le persone che si trovano ad affrontare un momento di difficoltà.

Il progetto è uno dei cinque selezionati nell’ambito dell’Università del Crowdfunding, l’iniziativa lanciata dall’Università Milano-Bicocca sulla community Produzioni dal Basso, e a partire da oggi è possibile contribuire concretamente alla sua realizzazione tramite una donazione sulla pagina dedicata (https://www.produzionidalbasso.com/project/pronto-soccorso-psicologico-primo-sollievo-in-30-minuti/). Obiettivo del Pronto Soccorso Psicologico – che partirà da Milano – è offrire alle persone che si trovano in uno stato di emergenza emotiva aiuto e supporto in tempo reale, grazie a un team di psicologi e psicoterapeuti adeguatamente preparati.

Il Pronto Soccorso Psicologico sarà un vero e proprio ambulatorio, dove ci si può recare anche senza appuntamento, con l’obiettivo di trovare una soluzione che possa, se non guarire, offrire comunque il sollievo necessario a uscire dalla crisi del momento, insegnando tecniche per il sollievo emotivo che gli utenti potranno utilizzare autonomamente. Il servizio sarà low cost per gli under 25 e per gli over 65 e gli interventi avranno una durata di 30 minuti fino a un massimo di otto volte con la stessa persona. In seguito viene consigliato un percorso strutturato. Il progetto si rivolge a persone maggiorenni che stanno vivendo episodi di ansia o depressione, mobbing, bullismo, crisi relazionali, traumi e tutto ciò che può determinare un senso di malessere psicologico. Il team guidato da Alessandro Calderoni punta sul crowdfunding made in Bicocca per prendere in affitto il locale dove far partire il primo ambulatorio, dotarlo degli strumenti adeguati e fornire un compenso ai professionisti che vi prenderenno parte, in attesa che il Pronto Soccorso Psicologico si possa auto-sostenere. 

Per questo, come per gli altri quattro progetti promossi dall'Università del Crowdfunding sono previste ricompense a chi vi contribuirà. Se Twigo Store, la piattaforma e-commerce nella quale ogni musicista può vendere la sua intera gamma di prodotti (dischi, merchandising, biglietti dei concerti) e che premia l’acquisto e il sostegno legale da parte degli utenti con crediti spendibili sul sito, ha concluso a inizio febbraio con successo il suo crowdfunding, Caffè senza tracce, il progetto che prevede un sistema di riciclo delle capsule di caffè abbinato a uno studio per analizzare i potenziali rischi per la salute derivanti dal loro utilizzo, ha lanciato da metà febbraio la sua campagna di raccolta fondi (https://www.produzionidalbasso.com/project/caffe-senza-tracce/).

A inizio aprile toccherà invece a Easytask, un sistema di tasche modulari per rendere più semplice e immediato a ipovedenti e non vedenti riporre o cercare un oggetto nel proprio capo di abbigliamento, e a Verso un rene in provetta, progetto che ha come scopo di individuare una tecnica innovativa per creare organoidi del rene a partire dalla popolazione cellulare staminale renale adulta, con l'obiettivo a lungo di termine di favorire l’individuazione di terapie alternative alla dialisi.

Condividi questo articolo su:

Ti è piaciuto l'articolo?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Iscriviti adesso!