aula magna

Un nuovo anno di scienza, cultura e libertà

Il 17 dicembre inaugureremo insieme un nuovo anno accademico dell’Università di Milano-Bicocca. L’Ateneo in questi anni è cresciuto molto grazie all’impegno di tutti: sono 33.700 gli studenti iscritti a 70 corsi di studio. Numeri che premiano l’interdisciplinarietà dell’offerta didattica dell’Ateneo che si distingue anche per l’impatto sociale di ricerca e trasferimento tecnologico, oltre che per il grande investimento in infrastrutture. Ma l’Università può fare di più: il piano strategico per il futuro è che Milano-Bicocca si determini come modello di innovazione sociale e polo di eccellenza scientifica, attrattivo a livello internazionale.

E’ per questo che investiremo, innanzitutto, su un nuovo piano di sviluppo edilizio che arricchisca il campus e contribuisca alla riqualificazione urbana del quartiere.
Il piano di sviluppo prevede la costruzione di un nuovo edificio, l’U10, e la ristrutturazione di un struttura già esistente, l’U19 per l’incremento di aule didattiche tecnologiche, laboratori, sale studio e alloggi dove in modo polifunzionale convivranno ricerca, didattica, servizi agli studenti e spazi pensati per i giovani.

E’, infatti, alle nuove generazioni che penso in questa apertura di anno accademico, immaginando il campus e la società che vogliamo costruire insieme.
In Aula Magna a spiegarci l’idea di una società più attenta ai bisogni di tutti, donne e uomini, ci sarà Anne-Marie Slaughter, Professoressa Emerita di Politica e Affari internazionali all'Università di Princeton, Presidente e Ceo di New America - un think tank dedicato al rinnovamento dell'America nell'era digitale – e prima donna a ricoprire la carica di Direttrice della Pianificazione politica per il Dipartimento di Stato degli USA, durante il primo mandato da Presidente di Barack Obama.

Una donna che attraverso le sue azioni e studi è diventata manifesto della necessità di un modello sociale più inclusivo e paritario e che spero possa essere ispiratrice e motore di un'evoluzione di pensiero per un’Università giovane e all’avanguardia come Milano-Bicocca e per una città traino del cambiamento come Milano.

Come Rettrice riconosco il ruolo decisivo che le Università hanno nel dare forma e sostanza alla tutela della crescita individuale e professionale di ognuno e la responsabilità di fornire cultura, competenze, abilità per educare alla libera espressione di sé, ma anche ad accogliere e abbracciare l’essenza degli altri.

Studentesse, studenti, buon inizio d’anno di scienza, cultura e libertà.
 

Condividi questo articolo su:

Ti è piaciuto l'articolo?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Iscriviti adesso!