mani giunte contengono soldi e una pianta che germoglia

Sostenibilità e business: un Master per affrontare la svolta green della globalizzazione

Sta per cominciare un Master, in Bicocca, dedicato ai futuri professionisti della sostenibilità ambientale, economica e sociale: figure capaci di gestire in autonomia tutti i processi attinenti alla responsabilità sociale e alla sostenibilità nelle aziende, nell’amministrazione pubblica e nel settore no-profit (CSR manager; Risk manager, ecc).
In tutto il mondo, sempre più persone si dimostrano attente a capire quali sono gli impatti sociali, economici e ambientali delle attività produttive e commerciali. Questo spiega da un lato il successo di movimenti come Slow Food, dall’altro le critiche e il boicottaggio di imprese a fronte dei comportamenti irresponsabili. Le tematiche etiche, ecologiche e la capacità di creare valore condiviso sono diventate cruciali non tanto come obbligo normativo, ma come vantaggio competitivo e parte dell’identità di un’azienda.
 
Quali sono gli elementi di novità, le caratteristiche distintive di questo percorso formativo? A questa e alle prossime domande risponde la professoressa Carla Gulotta, membro del comitato organizzativo.
Il Master “SiLFiM” è il primo che affronta il tema della sostenibilità dell’attività d’impresa a 360°, approfondendone le implicazioni sulle scelte giuridiche, finanziarie e organizzative che l’impresa di oggi, proiettata nella dimensione globale dei mercati, deve necessariamente effettuare.
Grazie all’approccio multidisciplinare e al confronto diretto con importanti esponenti del mondo delle imprese, i partecipanti al corso acquisiranno la capacità di orientarsi tra le diverse strategie di gestione della responsabilità sociale e di impostare autonomamente le procedure giuridiche, amministrative e contabili oggi previste da norme di legge o rese comunque necessarie da considerazioni etiche e dalle attese dei consumatori e degli stakeholder, in particolare nei processi di internazionalizzazione.
 
Come sarà articolato questo percorso formativo?
Il Master ha durata annuale (da novembre 2018 a dicembre 2019) e si articola in tre tempi: una fase d’aula, uno stage (da settembre a novembre 2019) e una fase finale con conseguimento del diploma. L’attività didattica si articolerà in 26 moduli che si svolgeranno con cadenza settimanale il venerdì (dalle 9.30 alle 18.30) e il sabato mattina (dalle 9.30 alle 13.30). Inoltre il corso prevede il completamento del percorso formativo attraverso seminari volti all’acquisizione delle competenze relazionali. Il conseguimento del titolo consente di ottenere complessivamente 60 Crediti Formativi Universitari.
 
Quali sono i vostri partner aziendali, che accoglieranno gli studenti nella fase di stage?
I partner che hanno aderito sono già molti, prestigiosi e appartengono a settori anche molto differenti: a2a, UBI-Banca, Randstad, KPMG… oltre a AIAF (Associazione Italiana per l'Analisi Finanziaria) e altre realtà che a vario titolo si occupano di responsabilità sociale di impresa.
 
Chi può accedere al Master e come ci si candida?
Entro il 15 ottobre 2018, possono presentare domanda di ammissione (via mail all’indirizzo master.sostenibilita@unimib.it) gli studenti laureati di tutti i Corsi di Laurea Triennale e Specialistica/Magistrale. Sono previste borse di studio a copertura parziale della quota di iscrizione (4000 €). Per ulteriori informazioni o esigenze siamo disponibili via mail sia io (carla.gulotta@unimib.it) che la professoressa Federica Doni (federica.doni@unimib.it)
 

Condividi questo articolo su:

Ti è piaciuto l'articolo?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Iscriviti adesso!