Bicocca Mobility Day, in metropolitana dai una mano all'ambiente

Il 23 maggio arriva il Bicocca Mobility Day, la giornata dedicata alla mobilità sostenibile promossa dal Mobility manager e dal gruppo Base (Bicocca ambiente società economia) dell’ateneo. In avvicinamento all’evento (hashtag: #Bicoccasostenibile e #Bicoccamobilityday), intervisteremo ogni settimana uno studente, ricercatore o docente dell’Università di Milano-Bicocca per farci raccontare la sua scelta di mobilità sostenibile. Treno, metropolitana, bicicletta, auto condivisa e persino… l’overboard. Sono tanti i mezzi scelti dalla Bicocca community per spostarsi in città e raggiungere l’ateneo rispettando l’ambiente. Il nostro viaggio continua con Valeria Castillo, studentessa salvadoregna da tre anni a Milano e iscritta al primo anno del corso di laurea in Scienze del turismo e comunità locale. Quando esce di casa, in zona Lambrate, per andare in università, Valeria utilizza la metropolitana. Una scelta condivisa con migliaia di altri studenti. Una scelta che lei ritiene «responsabile verso l'ambiente. E anche economica».
Valeria, partiamo dal principio: perché hai scelto la Bicocca?
Mi sono trasferita tre anni fa dall'El Salvador, dove stavo per frequentare il quarto anno di Assistente sociale, a causa degli alti indici di criminalità. Fortunatamente a Milano ho ripreso a studiare. Sono stata bene accolta dal Welcome Desk in Bicocca e ho scelto questo corso perché vedo il turismo come strumento di sviluppo delle aree più disagiate del mondo e perché mi piace confrontarmi con altre realtà culturali e linguistiche.
Come raggiungi l'università?
Prendendo la linea verde fino a Garibaldi e qui cambiando con la lilla, fino alla fermata di Bicocca. Altre volte prendo la linea suburbana S9 fino a Greco, ma non sai mai se sarà puntuale.
Pregi della metropolitana?
Rispetto all'automobile è più economica e non devo faticare per trovare parcheggio. Non inquino e aiuto l'ambiente. Sulla metrò posso chiacchierare con le compagne di corso, leggere e studiare, quando non è troppo affollata, oppure ascoltare musica latinoamericana e reggae. Inoltre fai movimento per raggiungere le fermate. Il che non fa male visto che è difficile trovare il tempo per la palestra.
L'università il 23 maggio promuove il Bicocca Mobility Day. Cosa ne pensi?
La ritengo un'iniziativa utile per sensibilizzare studenti e cittadini a scegliere altri mezzi di trasporto per diminuire lo smog nell'aria. Io vengo da un Paese dove ci sono tante aree non ancora urbanizzate come in Italia e quindi mi rendo conto come a Milano si fatica a respirare, c'è questa cappa grigia sopra la città. Noi studenti non dobbiamo essere egoisti e dobbiamo essere responsabili e agire affinché ci sia uno sviluppo sostenibile per noi e le future generazioni. 
Leggi anche: Bicocca Mobility Day, la mobilità sostenibile è sempre più sharing
Leggi anche: Da casa in ufficio a bordo delll'hoverboard
Leggi anche: Bicocca Mobility Day, in treno per non inquinare
Leggi anche: Pedalando verso il Bicocca Mobility Day

Condividi questo articolo su:

Ti è piaciuto l'articolo?

Iscriviti gratuitamente alla newsletter Bnews per rimanere aggiornato su tutte le ultime news dal Campus.

Iscriviti adesso!